INVESTIMENTI

Amazon, in Italia 1000 nuove assunzioni in tre anni

Via alla costruzione del nuovo centro di distribuzione a Castel San Giovanni. Il taglio del nastro previsto nel corso del terzo trimestre. Perego: “Forniremo ai nostri clienti un servizio ancora migliore”

25 Gen 2013

Luciana Maci

ivona-130125132202

Amazon espande la logistica in Italia. Amazon Italia Logistica aprirà, nel corso del terzo trimestre, un nuovo centro di distribuzione a Castel San Giovanni, nella zona di Piacenza. La società conta di raggiungere fino a 1000 posti di lavoro entro i primi tre anni dall’apertura del centro, i cui lavori di costruzione sono già iniziati.

“Siamo entusiasti di annunciare che la nostra presenza a Castel San Giovanni è orientata al lungo periodo – e non vediamo l’ora di iniziare le assunzioni per il nostro nuovo sito nella regione – ha affermato Stefano Perego, amministratore delegato di Amazon Italia Logistica – Per questo motivo siamo particolarmente grati alla città di Castel San Giovanni, al suo sindaco, Capelli, e all’Investitore Immobiliare Vailog e al General Contractor Engineering2K per aver lavorato con noi assiduamente negli ultimi due mesi per permettere la realizzazione di questo progetto. Amazon continua a espandere la propria selezione aggiungendo nuove categorie di prodotto e ampliando i propri servizi, per consentire ai propri clienti un’esperienza d’acquisto di prim’ordine. Il nostro nuovo centro di distribuzione ci aiuterà a fornire ai nostri clienti un servizio di consegne ancora più rapido e affidabile”.

Il nuovo edificio occuperà una superficie di circa 60.000 metri quadrati e sarà formato da tre aree distinte, più una zona dedicata agli uffici. Il centro di distribuzione è costruito con tecnologie all’avanguardia per il rispetto dell’ambiente. Amazon prenderà in locazione la struttura dall’Investitore Immobiliare Vailog.

Il nuovo centro di distribuzione avrà una funzione di supporto alla logistica dei prodotti disponibili su www.amazon.it, a partire dai Kindle fino ai prodotti media, all’elettronica, ai giochi e prodotti per la prima infanzia, alle scarpe, agli orologi, agli articoli per lo sport e il tempo libero, ai prodotti per la casa e cucina, nonché il giardino e giardinaggio. Oltre a ciò, grazie all’opzione “Logistica di Amazon”, il centro si occuperà anche dello stoccaggio e della gestione dell’inventario dei venditori terzi che hanno scelto che il ricevimento, il prelievo e la spedizione dei propri ordini, effettuati da clienti di Amazon o di altri siti, vengano svolti direttamente da Amazon (per ulteriori informazioni visitate http://services.amazon.it/).

“La posizione centrale in Europa, la possibilità di attingere a una forza lavoro di eccellenza e gli ottimi collegamenti con le principali autostrade, insieme alla valida collaborazione con il Comune e i suoi enti – fa sapere una nota della società – costituiscono le principali ragioni per la scelta di questo sito”.

Il nuovo centro di distribuzione è vicino a quello già esistente di Amazon Italia Logistica e andrà a sostituirlo dal momento che l’attuale struttura, con una superficie di circa 30.000 metri quadrati, è diventata insufficiente per sostenere la crescita dell’attività di Amazon in Italia.

Sul fronte dello sviluppo del business, intanto, Amazon ha acquisito Ivona, società che produce un software per tecnologie “text-to-speech” (dal testo al parlato), una mossa che secondo molti punterebbe a perfezionare la funzionalità di assistenza vocale in vista del lancio di un telefonino con il brand del colosso web, di cui peraltro si parla da tempo.

Lo ha annunciato la stessa società di vendite online, ricordando che Ivona, oltre al text-to-speech, fornisce tecnologie che implementano anche le funzioni “voice guide” e “explore by touch” dei Kindle Fire, i tablet di Amazon. Inoltre vende prodotti e servizi “dal testo al parlato” a migliaia di sviluppatori, imprese e clienti in tutto il mondo.

“L’eccezionale tecnologia di Ivona – ha commentato Dave Limp, vicepresidente di Amazon Kindle – è leader nel mondo dell’industria per qualità della voce, accuratezza e facilità d’uso. La squadra di Ivona condivide la nostra passione per l’innovazione e l’attenzione al cliente”.

“Per oltre 10 anni – ha aggiunto Łukasz Osowski, Ceo e cofondatore di Ivona – il nostro team si è impegnato a creare tecnologie innovative. Siamo entusiasti del fatto che Amazon stia supportando la nostra crescita in modo che possiamo continuare a innovare e dare prodotti eccellenti ai nostri clienti”.

Ivona, che è stata fondata nel 2001 da Łukasz Osowski e Michał Kaszczukche, studenti all’Università di Scienze tecnologiche di Danzica (Polonia) e possiede un portafoglio vocale di 44 voci in 17 lingue, potrebbe rappresentare il primo passo di Amazon verso un assistente vocale come Siri, presente sui dispositivi mobile Apple.

Opposti Digitali

Speciale PNRR

Tutti
Analisi
Fondi
PA
Formazione
Ecologia
Digital Economy
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Incentivi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
INNOVAZIONE
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
Analisi
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA DIGITALE
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water Management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
Le risorse
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Key trends per data center in tutto il 2022
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I Fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Incentivi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
INNOVAZIONE
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
Analisi
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA DIGITALE
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water Management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
Le risorse
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Key trends per data center in tutto il 2022
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I Fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 5