LAVORO

Capgemini a caccia di 350 professionisti

Via alla nuova campagna assunzioni destinata a giovani neolaureati. Il ceo Maurizio Mondani: “Nel 2014 continuiamo a crescere”

31 Mar 2014

E.L.

Capgemini a caccia di 350 professionisti. La società avvia la nuova campagna di assunzioni per il 2014 che prevede la selezione di nuove figure da inserire all’interno delle proprie sedi in tutta Italia, in particolare a Milano, Torino, Roma, Bologna, Venezia, Napoli e La Spezia.

La maggior parte delle figure professionali ricercate sono neolaureati nelle discipline di Ingegneria Informatica, Ingegneria Gestionale, Ingegneria delle Telecomunicazioni, Ingegneria Elettronica, Informatica, Matematica, Economia, Economia degli intermediari finanziari, Scienze economiche e bancarie.

Sulle diverse sedi si ricercano inoltre alcune figure con esperienza, in particolare esperti di tecnologia e ingegneria del software, consulenti in ambito Erp – Sap e Microsoft AX – e consulenti di Business & Processi in particolare con competenze sui mercati Manufacturing, Financial Services, Telecomunicazioni & Media, Pubblica Amministrazione.

“Continuiamo la nostra crescita nel 2014 a dispetto di una situazione a livello nazionale che stenta a riprendere quota – spiega Maurizio Mondani, ceo di Capgemini Italia- perché proprio in contesti come questi le aziende devono investire in tecnologie che le abilitino a offrire prodotti e servizi di qualità, a costi competitivi e in modo efficiente. Capgemini è il partner ideale per l’IT transformation grazie alle competenze delle sue risorse e alla flessibilità delle proprie soluzioni di business. Anche quest’anno, il piano di assunzioni si concentra sia sulla ricerca di professionisti ad alto livello di specializzazione sui mercati/tecnologie in cui operiamo, sia di brillanti neolaureati da far crescere in un ambiente ricco di opportunità di apprendimento e in un contesto di lavoro che anche nel 2014 ha ricevuto la certificazione Top Employers”.

“Le caratteristiche indispensabili per lavorare in Capgemini sono orientamento ai risultati, comprensione del business del cliente, spirito d’iniziativa e predisposizione a lavorare in team, abilità analitiche, capacità di tradurre gli ostacoli in occasioni per imparare, ottime capacità relazionali e un inglese fluente”, aggiunge Alessandra Miata, HR Director di Capgemini Italia.

Intanto anche nel 2014, per la quinta volta complessivamente e per il secondo anno consecutivo, Capgemini Italia ha ottenuto la certificazione Top Employers, la classifica che premia le prime 51 eccellenze nelle risorse umane, per avere saputo valorizzare l’ambiente di lavoro, investire a livello di formazione e sviluppo, potenziare la dimensione delle possibilità di carriera e il livello retributivo, mantenere standard elevati per le condizioni di lavoro e la qualità dei benefit e continuare nello sviluppo di una cultura aziendale innovativa e responsabile.

“Vogliamo creare un ambiente di lavoro che oltre a garantire risultati alla società, permetta a tutti i nostri dipendenti di utilizzare al meglio il loro potenziale – prosegue Miata – Promuoviamo un clima di lavoro in cui l’innovazione, la passione per quello che facciamo e naturalmente i risultati eccellenti sono premiati. Le persone rappresentano la nostra risorsa principale e per questo, supportiamo e incoraggiamo lo sviluppo dei nostri dipendenti. Il riconoscimento Top Employers testimonia i nostri sforzi e la nostra filosofia d’avanguardia in ambito formazione e sviluppo, opportunità di carriera e cultura aziendale e in termini di politiche retributive. Siamo davvero orgogliosi di aver meritato un riconoscimento così prestigioso”.

Per consultare le posizioni aperte e inviare il curriculum è possibile consultare il sito Internet http://www.it.capgemini.com/ e accedere alla sezione “Lavora con Noi”.

Opposti Digitali

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
alessandra miata
C
capgemini
M
maurizio mondani

Articolo 1 di 5