ULTRABROADBAND

Cardani: “Netflix può sbloccare offerta su banda larga”

Il presidente Agcom sul nuovo servizio: “Ha creato aspettative nei consumatori. Ma la domanda di broadband in Italia è bassa, forse perché i servizi non sono sufficienti”. Faro anche sul Machine to machine: “E’ una rivoluzione vera e propria”

19 Nov 2015

A.S.

In Italia non c’è al momento una rete in fibra adeguata alle dimensioni economiche del Paese, ma allo stesso tempo non c’è ancora un interesse abbastanza forte dei consumatori verso i servizi digitali. I quali a loro volta non sono a un livello d’offerta adeguato. Un equilibrio precario che i nuovi player dell’online che irrompono nel nostro Paese potrebbero contribuire a spezzare per innescare la “trasformazione digitale”.

Ne ha parlato oggi Angelo Marcello Cardani, presidente dell’Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni, durante il convegno workshop “Authority: quale rapporto con il consumatore nell’era della condivisione?”, organizzato a Roma dal Consumers’ Forum. “La connessione è la base del digitale. Noi come sistema paese abbiamo dotazione di fibra molto bassa, sproporzionata rispetto al nostro livello economico. Abbiamo una buona connessione di banda, fino a 30 megabyte, su rame. E’ necessario però che il segnale sia sempre robusto, costante e veloce. E quindi serve la banda larga – ha spiegato Cardani – La domanda del consumatore sembra però bassa, forse perché i servizi offerti non sono sufficienti Netflix ha creato grandi aspettative nel consumatore italiano, sempre sensibile alle offerte di entertainment, e questo potrebbe sbloccare l’offerta, nella misura in cui l’investimento vedrà la possibilità di essere remunerato, sia in chiave privata che pubblica”.

NEWSLETTER
Newsletter Form Hubspot - Lorem ipsum dolor sit amet lorem ipsum dolor sit amet lorem ipsum dolor sit amet
Cloud
Risorse Umane/Organizzazione

Poi il presidente Agcom si è soffermato sulle nuove prospettive delle comunicazioni M2M: “Il machine to machine è una rivoluzione vera e propria – ha sottolineato Cardani – Avrà un profondo effetto negli stili di vita dei consumatori e un effetto dirompente sulla vita dei vari regolatori. L’unica cosa da fare è trovare soluzioni di buon senso, concordate con i colleghi delle altre Autorità coinvolte. Per questo abbiamo messo in piedi un gruppo di lavoro a cui collaborano anche l’Agenzia per Italia digitale e il ministero”.

Opposti Digitali

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
agcom
B
bel tag
C
consumers' forum
M
m2m

Articolo 1 di 5