Etihad “vola” col cloud: accordo da 700 milioni con Ibm

Big Blue fornirà alla compagnia aerea nuovi soluzioni per l’efficienza dell’intera organizzazione, dalla gestione dei dati all’attività aeroportuale. L’accordo prevede anche la costruzione ad Abu Dhabi del data center più avanzato del Medio Oriente

20 Ott 2015

Andrea Frollà

Settecento milioni di dollari. È questo il valore complessivo dell’accordo decennale stretto da Etihad Airways con Ibm, che porterà in dotazione alla compagnia aerei nuovi servizi tecnologici per rendere più efficienti le proprie infrastrutture e migliore l’esperienza dei propri clienti. La compagnia hi-tech fornirà servizi basati sul cloud, i cui dati saranno gestiti dal data center che Ibm svilupperà ad Abu Dhabi, dotando il Medio Oriente di uno dei poli tecnologici più sofisticati.

Qui verrà trasferito l’attuale data center di Etihad Airways, la sua infrastruttura IT, le applicazioni e le attività di sicurezza, mentre la gestione delle emergenze di sistemi e dati sarà invece gestita da un cloud center europeo di Ibm.

Inoltre, attraverso le soluzioni mobile di Ibm, sviluppate in tadem con Apple, Etihad offrirà funzionalità avanzate a dipendenti e clienti, mentre altri servizi saranno sviluppati ad hoc per la gestione delle attività aeroportuali.

WHITEPAPER
Come evitare l’errore umano grazie all’Artificial Intelligence Operations?
Intelligenza Artificiale

Un accordo sottoscritto alla fine di settembre 2015 e reso pubblico nella giornata odierna che James Hogan, presidente e amministratore delegato della compagnia di bandiera degli Emirati Arabi, ha definito “rivoluzionario per Etihad Airways, per i nostri partner e i nostri dipendenti, ma anche per Abu Dhabi”. Proprio nella capitale degli Emirati Ibm e Etihad, che nel 2014 ha trasportato quasi 15 milioni di passeggeri, daranno vita ad un comitato congiunto per la tecnologia e l’innovazione, al fine di identificare nuove soluzioni per l’industria del trasporto aereo.

Infine nell’accordo, di cui beneficeranno anche le compagnie aeree partner della compagnia emira (tra cui Alitalia, Airberlin, Air Serbia, Jet Airways, Air Seychelles ed Etihad Regional), è previsto anche il passaggio di circa 100 dipendenti dell’ambito It da Eithad a Ibm.

“Grazie a noi Etihad Airways sta accelerando il passaggio a nuove tecnologie, quali il cloud e il cognitive computing – ha commentato Martin Jetter, senior vice president di Ibm Global Technology Services – Queste tecnologie aiuteranno la compagnia aerea ad aumentare l’efficienza e raggiungere i suoi ambiziosi obiettivi di crescita come gruppo di trasporto aereo integrato a livello globale”.

Opposti Digitali

Articolo 1 di 5