PA DIGITALE

Data driven administration, la nuova scommessa di Dedagroup

Taglio del nastro per Dedagroup Public Services che affiancherà le amministrazioni nel percorso di digital transformation. Focus sulla condivisione delle info e dei sistemi dell’amministrazione. Il ceo Meloni: “Vogliamo rendere i servizi pubblici il fattore abilitante dello sviluppo del Paese”

12 Gen 2017

Federica Meta

Dedagroup scommette sulla PA digitale. La società ha battezzato la nascita di Dedagroup Public Services, realtà che intende affiancare le pubbliche amministrazioni, a partire da quelle locali e dalle multiutility territoriali, nel percorso di trasformazione digitale. Il primo passo di un cammino che – nel quadro della nuova strategia Dedagroup One Group One Brand – porterà alla nascita di un’unica struttura dedicata al settore pubblico a 360 gradi.

Ufficialmente operativa dal 1° gennaio, la nuova società prende forma dalla fusione della divisione PA locale di Dedagroup e di Sinergis. “La nuova realtà societaria che annunciamo oggi si inquadra perfettamente nella mission di Dedagroup – sottolinea Fabio Meloni, ceo Dedagroup Public Services – a favore della pubblica amministrazione: realizzare il cambiamento verso la Data Driven Administration, creando percorsi di condivisione digitale dei dati e dei sistemi. Tutto ciò per fare dei servizi pubblici il fattore abilitante dello sviluppo del Sistema Paese”.

Dedagroup Public Services intende favorire il dialogo tra centro e periferia, declinando le linee guida centrali sulle specificità dei territori – continua Meloni – per realizzare a livello locale le direttive della European Digital Agenda, consentendo di dispiegare sul territorio policy informate, eque e in grado di migliorare i servizi a cittadini e imprese”.

Dedagroup Public Services opererà in stretta sinergia con le market line Government, Transportation, Utilities & Energy di DDway, in previsione del passaggio delle stesse nella nuova società, entro il 2017. La creazione di Dedagroup Public Services rientra nel più ampio percorso di ridefinizione dell’assetto organizzativo di Dedagroup, che interessa 8 diverse aziende della Federazione delle Competenze che confluiscono in 5 unità di business sotto un unico brand, Dedagroup. Una strategia One Brand che mira a posizionare Dedagroup come Digital Hub per la trasformazione digitale.

Va letta in questo senso anche la creazione di Dedagroup Business Technology & Data, la unit guidata da Paolo Angelini, che ha visto la luce lo scorso novembre.

Nella nuova divisione sono confluite le competenze ed esperienze di Ecos – attiva nella Business Intelligence, Analytics, Budgeting & Performance Monitoring, di Dedagroup Cast – tra i principali player nella progettazione e messa in opera di infrastrutture on premise, on cloud e ibride – e del centro di competenza Ecm (Enterprise Content Management).

Opposti Digitali

Argomenti trattati

Approfondimenti

B
bel tag
D
dedagroup
F
Fabio Meloni
P
pa digitale

Articolo 1 di 5