LA STIMA BERG INSIGHT

IoT, nel 2021 giro d’affari dei software a quota 3 miliardi di dollari

Berg Insight calcola un tasso di crescita di quasi il 31% per le piattaforme che offrono componenti standardizzate per sviluppare soluzioni “connesse”. Il settore si espande a suon di acquisizioni. E anche big come Amazon, Microsoft e Ibm hanno deciso di scendere in campo

10 Ago 2016

Patrizia Licata

Il mercato globale delle piattaforme per la Internet of Things (IoT) sviluppate da terze parti è cresciuto del 36% nel 2015 fino a un valore di 610 milioni di dollari: a un tasso di crescita annuale composito del 30,8%, le revenues raggiungeranno entro il 2021 quota 3,05 miliardi. E’ quanto si legge nel nuovo studio di Berg Insight.

Le piattaforme analizzate sono software sviluppati per ridurre i costi e i tempi di sviluppo per le soluzioni IoT offrendo componenti standardizzate che possono essere condivise tra diversi settori verticali per integrare terminali, reti e applicazioni. Berg Insight classifica queste piattaforme per la IoT in: piattaforme per la gestione della connettività, piattaforme per la gestione dei device e piattaforme per l’abilitazione delle applicazioni, anche se sono sempre più frequenti i prodotti con funzionalità multiple.

Rispetto a semplici implementazioni machine-to-machine, la IoT mette maggiore enfasi sull’integrazione dei sensori, dei device e dei sistemi informativi su più settori industriali e aziende diverse per trasformare il modo di operare e permettere l’attuazione di nuovi modelli di business. “La IoT intende facilitare una migliore comprensione di sistemi complessi tramite l’analisi dei dati raccolti da fonti diverse per aiutare il processo di decision making, migliorare i prodotti e portare alla creazione di nuovi servizi”, osserva André Malm, Senior Analyst, Berg Insight.

EVENTO
Evento Form Esterno - Lorem ipsum dolor sit amet
Automotive
Big Data

Nelle piattaforme per la gestione di connettività e device l’adozione è già relativamente alta, mentre nelle piattaforme per l’abilitazione delle applicazioni o AEP siamo ancora alle fasi iniziali, notano gli esperti. Le AEP offrono funzionalità come raccolta, conservazione e analisi dei dati; alcune danno anche strumenti e API per creare applicazioni di business che includono gestione e visualizzazione dei dati, automazione di alcune funzioni e altro ancora.

“Si tratta di un segmento in forte fermento con nuove aziende che si affacciano sul mercato e intensa attività di fusione e acquisizione”, sottolinea Malm. Anche diversi colossi del web sono entrati nel mondo AEP: Amazon ha comprato 2lemetry, Microsoft ha acquisito Solair e Autodesk ha comprato SeeControl, mentre aziende dell’It tradizionale come Ibm, Sap e Oracle stanno estendendo la loro offerta di servizi per includere piattaforme per la IoT con focus su analytics e machine learning.

Opposti Digitali

Articolo 1 di 5