Hp compra la divisione stampanti di Samsung

Acquisizione da 1 miliardo di dollari. Closing entro 12 mesi, previsto anche un acquisto di azioni del colosso sud-coreano fino a 300 milioni di dollari. Il ceo Weisler: “Innoveremo un mercato che non innova da 10 anni”

12 Set 2016

Andrea Frollà

HP rileva da Samsung la divisione stampanti. Lo comunica il colosso di Palo Alto in una nota che annuncia la firma di un deal dal valore di 1,05 miliardi di dollari. L’acquisizione “permetterà a Hp di reiventare un mercato da 55 miliardi, che per 10 anni non ha innovato – spiega la compagnia -. I dispositivi sono antiquati, vecchie macchine con dozzine di parti che complicano servizi e manutenzione”. I clienti, aggiunge HP, “sono spesso frustrati per il numero di interventi di assistenza di cui hanno bisogno per far funzionare ogni volta i device” e per questo motivo “stiamo investendo per introdurre stampanti multifunzioni superiori”. L’accordo punterà molto sull’integrazione della linea di stampanti business di Samsung, inclusa la user experience focalizzata su cloud e mobile, con la nuova generazione tecnologia PageWide di HP per creare “un portfolio di soluzioni con i migliori device, documenti e sicurezza dei dati sul mercato”.

Si tratta della più grande acquisizione nella storia di HP per quel che riguarda il segmento printing e servirà, aggiunge la compagnia, ad “accelerare le opportunità di crescita sul mercato” e creare nuove strade per “far crescere e migliorare la profittabilità per i partner che scelgono di espandere i servizi di stampa”.

Commentando l’accordo, il presidente e ceo di HP, Dion Weisler, torna sulla divisione della vecchia HP in HP e Hpe di 10 mesi che “ci ha permesso di guadagnare agilità e focalizzarci sull’accelerazione della crescita e sull’innovazione del mercato”. La società, aggiunge Weisler, “lo sta facendo con la stampa 3D” e l’acquisizione della divisione Samsung “ci permette di innovare e creare nuove opportunità di business più efficienti, sicuri ed economici”.

Il passaggio del business printing di Samsung a HP porterà a Palo Alto un portafoglio di oltre 6.500 brevetti e una forza-lavoro di circa 1.300 tra ricercatori e ingegneri. Opportunità anche per la partnership ultra-decennale con Canon: “La transazione spingerà l’evoluzione della nostra collaborazione – commenta Fujio Mitarai, chairman e ceo di Canon Inc -. Aiuterà a far crescere sia noi sia HP”.

La roadmap individuata da HP prevede benefici già dal 1° anno operativo dopo il closing, tramite sinergie sui costi ed efficientamento del modello finanziario. L’acquisizione dovrebbe chiudersi entro 12 mesi durante i quali si pronunceranno le autorità regolatorie e saranno verificate le condizioni contrattuali dell’accordo. È inoltre previsto che, dopo il closing, Samsung effettui “un investimento azionario in HP tra i 100 e i 300 milioni di dollari tramite acquisto di azioni sul mercato aperto”.

Opposti Digitali

Argomenti trattati

Approfondimenti

C
Canon
H
hp
P
printing
S
Samsung
S
stampanti

Articolo 1 di 5