Agcom “indaga” sul giornalismo ai tempi di Internet

Il consiglio dell’Authority approva l’indagine conoscitiva sull’informazione ai tempi di Internet. Focus su professione giornalistica e nuove tecnologie, sul panorama dell’offerta e sulle modalità di consumo del pubblico

23 Apr 2015

A.S.

Il Consiglio dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, presieduto da Angelo Marcello Cardani, relatore il Commissario Antonio Preto (nella foto), ha approvato l’indagine conoscitiva “Informazione e internet in Italia: modelli di business, consumi, professioni”, che ha analizzato le caratteristiche e le dinamiche dell’offerta e della fruizione di contenuti e servizi di informazione in Italia. “L’indagine – spiegano da Agcom in una nota – rappresenta un approfondimento dell’analisi realizzata nel 2014 in materia di servizi internet e pubblicità online (delibera n. 19/14/CONS)”.

L’Autorità, prosegue il comunicato, ha concentrato la sua attenzione su tre aspetti: il mutamento della professione giornalistica dovuto al nuovo contesto tecnologico e di mercato; il nuovo panorama dell’offerta informativa, nazionale e locale; il mutamento delle modalità di consumo da parte del pubblico.

NEWSLETTER
Newsletter Form Hubspot - Lorem ipsum dolor sit amet lorem ipsum dolor sit amet lorem ipsum dolor sit amet
Cloud
Risorse Umane/Organizzazione

“La ricerca – spiegano da Agcom – ha analizzato ogni componente del sistema dell’informazione nazionale, investigando la direzione e la velocità del cambiamento anche in funzione dello scenario tecnologico e di mercato. Ha inoltre evidenziato come il mondo dell’informazione sia soggetto a una radicale trasformazione che sta rapidamente coinvolgendo forme di consumo, modelli di business, modalità di generazione, composizione e offerta del prodotto informativo, fino ad arrivare alla natura stessa della professione giornalistica. A quest’ultima, lo scorso autunno l’Autorità ha dedicato un’indagine sul campo (Osservatorio sul giornalismo) rivolta a tutti i giornalisti italiani, coinvolgendo oltre 2.300 giornalisti (professionisti e pubblicisti) che operano in Italia ed evidenziando la trasformazione del ruolo e della natura di tale professione. Dall’indagine emergono radicali mutamenti che coinvolgono tutta la filiera del sistema dell’informazione, in un contesto in cui la domanda potenziale online cresce anche più di contesti stranieri sviluppati”.

I risultati dell’indagine conoscitiva, concludono da Agcom, saranno approfonditi e dibattuti nel corso di un evento istituzionale che si terrà martedì 16 giugno alle ore 15.30 nella sala Capitolare del Senato, in piazza della Minerva 38, a Roma.

Opposti Digitali

Articolo 1 di 5